Le strutture assistenziali in Europa vanno completamente ripensate

Oggi a Bruxelles ho partecipato alla discussione congiunta delle commissioni Empl e Libe sul pesante impatto della pandemia sulle strutture residenziali per anziani e persone con disabilità. Continuiamo a non avere dati chiari e completi per tutti i paesi membri, ma è evidente, come ho ribadito nel mio intervento, che non solo l’Europa deve intervenire a sostegno del welfare nell’immediatezza dell’emergenza, ma anche cominciare subito un ripensamento complessivo sul territorio, che preveda meno grandi istituti […]

Sul sostegno alla disabilità in Europa

Oggi in Commissione Occupazione e Affari Sociali sono intervenuto sulla strategia dell’Unione Europea sulla disabilità, sottolineando alcune esigenze: quella di coinvolgere direttamente le persone con disabilità nella progettazione delle strategie di sostegno; di creare strategie molto più personalizzate per i diversi tipi di disabilità; e, nell’assistenza alle persone con disabilità gravi, di creare standard minimi per tutti i paesi europei, da applicare con rigore.